"Huerequeque Bar" di Felipe Arturo

indietro

“Huerequeque Bar” Project for an expanded documentary di Felipe Arturo: evento finale della residenza premio Illysustainart alla Bevilacqua La Masa.

È a bordo di una barca in viaggio per la laguna veneziana che si terrà l'evento che conclude la residenza d'artista di Felipe Arturo, artista vincitore per il 2015 della residenza studio illy SustainArt della durata di tre mesi presso la Fondazione Bevilacqua La Masa.

Accolti gli ospiti a bordo, Felipe Arturo presenterà al pubblico Huerequeque Bar, progetto per un documentario sperimentale ispirato ad Huerequeque, un anziano di Iquitos, principale centro dell'Amazzonia peruviana in cui fu ambientato il film Fitzcarraldo di Werner Herzog.

L'attore che interpretò Huerequeque si trovò, per cause accidentali, ad essere uno dei protagonisti della celebre pellicola; il suo personaggio fu fortemente ispirato alla sua vita reale, condensando in un'unica entità realtà e finzione. Nel progetto filmico di Felipe Arturo, egli si fa portavoce della storia recente del Bacino Amazzone: le vicende che hanno definito l'identità di Iquitos (i duri sistemi dell'estrazione della gomma, i commerci di materie prime con i Paesi colonialisti, le influenze culturali del vecchio continente sulla società autoctona) emergono dalle sue narrazioni, ricordi, poesie.

 

Programma dell'evento:
17:30 Imbarco presso l'approdo Zattere Gesuati (in prossimità della Chiesa Santa Maria del Rosario)

18:00 Navigazione

20:00 Rientro presso l'approdo Zattere Gesuati

 

L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Si consiglia la prenotazione contattando Fondazione Bevilacqua La Masa:
all'indirizzo mail press@bevilacqualamasa.it o telefonicamente al numero 041 5207797.

 

Felipe Arturo è nato a Bogotá, in Colombia nel 1979. Dopo essersi laureato in architettura all’Università delle Ande a Bogotá, Arturo si è specializzato in Arte alla Columbia University di New York. La sua pratica artistica prende elementi dall’urbanistica, dall’architettura e dall’arte, ponendoli in relazione con la politica, la storia, le geografia e l’economia. Il suo lavoro si compone principalmente di sculture, installazioni e video utilizzati per affrontare problematiche relative  struttura, sequenza e materialità.