ILLY ART COLLECTION

TAZZINE D'AUTORE

La passione per il bello e il ben fatto, l’attenzione al mondo dell’arte contemporanea, l’eccezionale qualità del blend hanno suggerito a illy di unire al piacere sensoriale del caffè quello estetico dell’arte. E di farlo ripensando a un oggetto quotidiano com’è la tazzina.

Così nascono le illy Art Collection: piccoli oggetti d’arte in forma di tazzina, numerati e firmati, che trasformano l’atto di bere un espresso in un’esperienza che coinvolge i sensi e la mente.

Dal 1992, seguendo un'idea di Francesco Illy, sulla superficie della tazzina di porcellana, icona di illycaffè disegnata da Matteo Thun, si sono espressi più di 100 tra gli esponenti del panorama internazionale dell’arte contemporanea: da Michelangelo Pistoletto a Marina Abramović, da Sandro Chia a Julian Schnabel, da Robert Rauschenberg a Jeff Koons, da Joseph Kosuth a James Rosenquist.
Ai Maestri si affiancano giovani talenti emergenti di tutto il mondo che, grazie a questo progetto, possono esprimersi e farsi conoscere.

Le illy Art Collection sono disponibili in set di tazze per espresso e cappuccino. Alcune tirature speciali sono costituite da una tazzina singola per caffè espresso. Dal 2006 il concept illy Art Collection si estende ai barattoli d’autore.
Di tazzina in tazzina, di barattolo in barattolo, relazioni e dialoghi nascono e crescono. Tra gli artisti ed illycaffè, in una collaborazione che spesso dalla tazzina si estende ad altri media e ad altri luoghi: musei, mostre, libri, eventi. E tra gli artisti e il pubblico.

25 anni di illy Art Collection

Il 2017 segna i 25 anni del progetto che illy ha celebrato con l’installazione “THE DISH RAN AWAY WITH THE SPOON everything you can think of is true” realizzata dall’artista Robert Wilson presso i Magazzini del Sale di Venezia: uno spazio onirico ispirato dalla illy Art Collection dove tutto diventa possibile, proprio come sulla piccola tela bianca di porcellana delle tazzine, affidate alla mano di un artista.

SCOPRI

La nuova illy Art Collection

Quante storie possono nascere da una maccchia di caffè?

Max Petrone ne racconta sei, con una tecnica di pittura che si manifesta senza un progetto prestabilito, ma con un’immediatezza dove è sempre “buona la prima”. Non ci sono sovrastrutture, né sofisticazioni, ma solo semplicità e gioco.

SCOPRI LA COLLEZIONE